Skip to content

Amis 2015 – #screwcap.

16 luglio 2018

The new capsule for Amis 2015 is ready. (designed by Valentina Fracchia)
After 11 years, our only wine made from a blend of different grapes is back.
Merlot, Cabernet Sauvignon together right from fermentation.
L’Amis is a 2015 vintage and will be bottled exclusively with the #screwcap made by Korked with a low-permeability membrane because, after spending more than two years ageing in wood, it doesn’t need any more oxygen to evolve in the bottle.

Definita la nuova capsula per l’Amis 2015 realizzata da Valentina Fracchia.
Dopo 11 anni torna in vendita l’unico nostro vino frutto di un assemblaggio di uve diverse.
Merlot, Cabernet Sauvignon insieme sin dalla fermentazione.
L’Amis sarà della vendemmia 2015 e sarà imbottigliato solo con #screwcap della Korked con una membrana a bassa permeabilità in quanto, essendo stato affinato in legno per più di 2 anni, non ha bisogno di ulteriore ossigeno per evolversi in bottiglia.

Annunci

Agricoltura conservativa: cover crop.

16 luglio 2018

Cover crop soil management.
Here in the vineyard we’re working to encourage the various “weeds” to grow and reproduce so that we can use their green mass as mulch.
We can thresh, roll or cut them depending on our needs.
Mulching helps prevent erosion, trapping humidity in the soil and reducing stress due to a lack of water in summer, protecting the ground from the wind and direct sunlight.
The various wild grasses do an excellent job on the surface structure of the soil, thanks to the roots, and help increase the amount of humus, making the soil easier to work and adaptable to changes in the weather.

Gestione del suolo in cover crop che letteralmente significa colture di copertura.
Qui in vigna si lavora per stimolare le varie erbe “festanti” a crescere e riprodursi per poi utilizzare la loro massa verde per pacciamare il terreno.
Si possono sfalciare, rullare o trinciare a seconda delle necessità.
La pacciamatura serve per evitare l’erosione, per mantenere l’umidità nel suolo e diminuire lo stress idrico estivo, per proteggere il terreno dal vento e dai raggi diretti del sole.
Le varie erbe festanti svolgono un gran lavoro sulla struttura superficiale del suolo grazie alle radici ed aiutano ad aumentare l’humus rendendo il terreno più duttile ed adattabile alle variazioni meteo.

Da un commento di un cliente..

3 giugno 2018

Diserbanti? Gliphosate?

Tranquilli niente di tutto ciò.
Succede perché le graminacee sotto alle viti non sono mai state sfalciate per cui stanno andando verso la maturazione del loro ciclo.
Nell’interfilare della Vigna Cec abbiamo trinciato 1volta ed obbligato le piante a ricominciare la vegetazione.
Grazie comunque per la segnalazione che mi avete fatto ieri che mi da modo di spiegare queste diverse colorazioni delle erbe festanti.

vigna Cec

2 giugno 2018

These plants, these seventy year-old Barbera vines, are the essence of our Nizza docg Cec. Old and often unknown Barbera clones which have been abandoned over the years due to poor production, and sacrificed on the altar of more rational vineyards and demand by the market for other wines. These plants are very easily identified by their low fruit yield, overlapping five-lobed leaves with very deep sinuses and tendrils that will soon turn reddish-brown. The plants, like those in the video, are authentic works of art, shaped by time and man’s hands.

Questi ceppi, queste viti settantenni di Barbera, sono l’essenza del nostro Nizza docg Cec.
Cloni antichi di Barbera, spesso sconosciuti, che nel corso degli anni sono stati abbandonati a causa di una scarsa produzione e sacrificati sull’altare di vigneti più razionali e di richieste di mercato di altri vini.
Questi ceppi sono facilissimi da osservare per via di una scarsa messa a frutto, foglie quinquelobate con seni molto scavati e lembi sovrapposti e tralci che presto assumono una colorazione bruno-rossiccia.
I ceppi, come quello in video, sono delle vere e proprie opere d’arte plasmati dagli anni e dalle mani dell’uomo.

#gliphosatemerda

15 aprile 2018

The hashtag #gliphosatemerda, which I created over four years ago, is a project which aims to make farmers aware of the new vineyard management techniques that are currently available and which we should all be using.
Of course there isn’t just gliphosate, which many people claim to be one of the least harmful chemical molecules among those authorized for use in winegrowing, but by attacking chemical grass control, which is visible to everyone, we want to try and turn the page and see the vine as a living being in association with others.

This year, for example, thanks to a rainy spring, three “weeds” characteristic to our hills, have shot up again in the vineyards.

Lepidium draba

Capsella bursa-pastoris

Lamium amplexicaule

Last year, despite a long period of dry weather, we succeeded in classifying 22 weeds and, perhaps in 2018 we’ll reach 30!

With all this variety of plants and flowers I find it wrong to keep on chemically polluting the vineyards, even under the vines.

L’hashtag #gliphosatemerda, da me creato più di 4 anni fa, è un progetto che vorrebbe sensibilizzare gli agricoltori su nuovi metodi di conduzione del vigneto che ora sono possibili ed auspicabili.
Non c’è solo il gliphosate, da molti sostenuto come una delle molecole chimiche meno dannose tra quelle ammesse in viticoltura, ma, attraverso l’attacco al diserbo chimico che è visibile a tutti, si vuole cercare di svoltare pagina e di vedere la vite come un essere vivente in consociazione ad altri.

Quest’anno ad esempio, grazie ad una primavera piovosa, sono ritornate a popolare il vigneto 3 erbe “festanti” tipiche delle nostre colline.

L’anno scorso, nonostante un lungo periodo siccitoso, riuscimmo a classificare 22 erbe festanti e magari nel 2018 riusciremo ad arrivare a 30!

Con tutta questa varietà di piante e fiori mi sembra da ottusi continuare a diserbare chimicamente la vigna anche nel sottofilare.

Cover crops

8 aprile 2018

In the Margherita vineyard, trying to explain why we use cover crops, especially under the vines.

Nella vigna Margherita, cercando di spiegare il perché del cover crops soprattutto sotto il filare.

Orchidee in Vigna e Giro del Nizza

31 marzo 2018

Anche quest’anno, in occasione del Giro del Nizza del 22 Aprile, organizzeremo escursioni per scoprire le orchidee selvatiche in vigna.
Per i più piccoli ci sarà una divertente classificazione delle erbe spontanee “festanti” attraverso la quale potranno riconoscere i diversi fiori che popolano le nostre vigne del Nizza.

Tempo permettendo e sperando che la primavera faccia esplodere i fiori in tempo.