Skip to content

Scianc ‘d San Martein

3 novembre 2012

Con un anticipo di una settimana sul giorno di San Martino (11 novembre) abbiamo raccolto gli “Scianc ‘d San Martéin” come diciamo noi in dialetto piemontese.

20121103-185333.jpg

La tradizione vuole che, questi grappolini prodotti dalle femminelle, fossero l’ultimo frutto della terra raccolto dai mezzadri prima della scadenza dell’annata agraria.
Con questi scianc producevano un vino per autoconsumo al di fuori delle spettanze dovute al proprietario.

20121103-185444.jpg

Infatti l’11 novembre segnava e segna tutt’ora la fine e l’inizio di una nuova annata agraria e di tutti i suoi contratti tipo l’affitto o la mezzadria.

20121103-185759.jpg

Noi oggi li abbiamo raccolti con uno scopo differente: di utilizzarli come starter naturale, come pied de cuve per far fermentare, la prossima settimana, il pigiato del passito di barbera.

20121103-190026.jpg

Il pigiato del passito di barbera è sempre un mistero gaudioso farlo fermentare a causa della concentrazione degli estratti e degli zuccheri che innalzano il potere osmotico del quale i lieviti hanno grande sensibilità.

20121103-190431.jpg

Fantastico poter vivere la vigna quando ci sono giornate come oggi.

20121103-190646.jpg

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: