Skip to content

Le antitetiche italiche abitudini: le ferie d’Agosto.

14 agosto 2013

Ore 14.20 di oggi 14 agosto 2013, telefonata di un cliente della Svizzera centrale per un ordine urgente nella quale mi dice: “meno male che ti ho trovato, temevo fossi in ferie come il 95% degli italiani:-) Ho un ordine urgente, per ritiro max il 16.08 visto che ho il camion in Piemonte, e volevo sapere se è tutto pronto ciò di cui avrei
bisogno”

Ringraziando e sorridendo ho potuto confermare per il ritiro circa la metà dell’ordine e sapete perché?

Perché tra tutti gli enti, gli uffici e le aziende chiuse c’è anche Valoritalia cioè colui che certifica i vini e ci consegna le fascette da apporre sulle nostre bottiglie.

Voi mi direte: “dovevi organizzarti prima” oppure “ma con tutti i dipendenti che ha, Valoritalia chiude i battenti per 3 settimane?”

Potevo organizzarmi prima certamente ma non sempre si possono imbottigliare i vini a comando, ogni vino ed annata hanno una evoluzione naturale che va assecondata.

Potevo organizzarmi prima se non che, tra tornado e grandinate, ci siamo giocati tanto tempo in vigna tralasciando per un po’ la cantina e, quando abbiamo avuto un po’ di pace, le varie mail “chiuso per ferie” erano già arrivate.

Per cui alcuni vini giacciono in attesa di certificazione ed altri in attesa delle fascette DOC e DOCG ma, ovviamente, non sono pronti per la vendita.

20130814-152259.jpg

La mia domanda è: in un paese come l’Italia fortemente votato all’export vinicolo ed agroalimentare, non è antitetico chiudere totalmente uffici ed aziende per un periodo cosi lungo impedendo, a chi vuole lavorare, di svolgere la propria attività senza intoppi?

Si parla tanto di competitività delle nostre aziende sui mercati mondiali e poi lasciamo che le stesse aziende subiscano stop della filiera così lunghi?

I contadini, i produttori e le nostre viti non vanno in ferie come non vanno in ferie i nostri clienti nel mondo.

Per noi Agosto, infatti, è sempre stato un mese di lavoro pieno tra visite in cantina, imbottigliamenti vari, diradamento, trattamenti in vigna e preparazione per la vendemmia. Abbiamo, negli anni, avuto enormi problemi in queste attività augurandosi sempre che nessuna macchina si rompa, che tutto fili liscio e di non aver mai bisogno di consulenze ed aiuti al volo.

Anche questa è l’Italia sperando sempre che il mondo ci comprenda.

Annunci
2 commenti leave one →
  1. Scemuavinocomenatura permalink
    14 agosto 2013 11:32 pm

    Condivido tutto e capisco la tua rabbia . Mi domando . Quanti Gianluca Morino vi sono oggi in Italia ? Evidentemente meno del 50% -1 altrimenti tutto cambierebbe in fretta . È su questo che bisogna riflettere . Buon ferragosto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: