Skip to content

Rugiada 2016 

6 gennaio 2017


After more than four weeks’ maceration, today we racked our Rugiada 2016 Passito di Barbera. The news isn’t great because, as I’d already realised when crushing the grapes, the yield in wine has been very low, as it has for all the 2016 wines. Smaller berries, thicker skin and 72 days of withering, to achieve a concentration of 497 grams of sugar per litre. Now (according to fermentative estimates because the laboratories are closed for the holidays) the alcohol content of the wine is at least 14%, with acidity around 10.80, balancing the approximately 230-240 g/l of residual sugars. And that’s fine as far as I’m concerned. A few weeks in steel tanks to allow the larger lees to settle and then it will be transferred to wooden barrels called “sigari” (cigars), with a capacity of approximately 110 litres. Very small barrels are preferred because this Passito is highly concentrated and will be needing extra oxygen in the months ahead. It’ going to spend about three years there (at least that’s the forecast right now, but we’ll see). It will be interesting to see what happens with a few barrels that I’m going to be testing, hermetically sealing them and leaving them shut tight for three years (the same technique used for the production of Tuscan Vin Santo), to try out ageing in a container that isn’t full to the brim, in an environment which allows greater than usual oxidation.

Dopo oltre 4 settimane di macerazione, oggi abbiamo svinato il Rugiada 2016 passito di Barbera.

Le notizie sono poco confortanti perchè, come avevo già notato durante la pigiatura, la resa in vino è risultata molto bassa come per tutti i vini targati 2016.

Acini più piccoli, buccia più spesso ed una appassimento di 72 giorni per arrivare ad una concentrazione di 497 grammi di zucchero per litro.

Ora il vino è almeno (stime fermentative perché i laboratori sono chiusi per ferie) sui 14 di alcool con una acidità intorno ai 10.80 che vanno a bilanciare i circa 230-240 g/l di zuccheri residui.

Mi va bene cosi come equilibrio.

Qualche settimana in vasca d’acciaio per decantare la feccia più grossolana e poi verrà travasato in botti di legno chiamati ‘sigari’ della capacità di circa 110 litri.

Si opta per un legno molto piccolo perché il passito ha una concentrazione esagerata ed ha bisogno di ossigeno supplementare nei prossimi mesi.

Starà li per circa 3 anni. (Queste le previsioni poi vedremo)

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: